Regolamento

Regolamento – Seconda Edizione 2018-2019

Scarica il regolamento

1.        Il marchio e gli scopi

FIAB ONLUS (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) organizza per gli anni 2018-2019 la seconda edizione del Riconoscimento Nazionale Comuni Ciclabili e per questo ha creato e registrato il marchio “Comuni Ciclabili”.

Lo scopo dell’iniziativa è duplice:

  • rendere noto a turisti e cittadini quali siano i Comuni italiani più adatti ad essere vissuti e visitati in bicicletta (promozione delle migliori esperienze);
  • stimolare le Amministrazioni locali a rendere i comuni sempre più accoglienti per i residenti e turisti che vorrebbero viverli e/o visitarli in bicicletta (progressivo miglioramento dei territori locali) aderendo ad una rete di amministrazioni virtuose e favorendo lo scambio di buone pratiche.

2.      Criteri di ammissibilità

Il Riconoscimento è aperto a tutti i Comuni d’Italia con infrastrutture e azioni per la mobilità in bicicletta. Il riconoscimento intende guidare e stimolare nel tempo un processo – già in atto in moltissime Amministrazioni – di progressiva trasformazione dei centri abitati e dei territori verso una maggiore diffusione della mobilità in bicicletta.

Il sito di riferimento per presentare la candidatura del Comune è www.comuniciclabili.it.

Il “Manuale per la compilazione” è il documento che illustra nel dettaglio le informazioni richieste e le modalità di reperimento dei dati necessari per presentare la candidatura dell’Ente comunale.

Ogni Comune deve verificare di avere i requisiti minimi di ammissibilità. La scheda che ogni Amministrazione deve compilare è costituita da 4 sezioni: cicloturismo, infrastrutture urbane, governance e comunicazione e promozione. Per risultare ammissibile il Comune deve rispondere positivamente alle seguenti condizioni minime:

  1. avere 3 parametri non nulli tra quelli richiesti dalla scheda (oltre al tasso di motorizzazione), costituiti da:
  • almeno un dato nella sezione “Infrastrutture urbane”;
  • almeno due dati nelle altre tre sezioni;
  1. presentare una mappa complessiva dei percorsi ciclabili presenti nel territorio comunali.

I parametri saranno valutati insindacabilmente da FIAB in rapporto alla popolazione dei singoli enti locali.

3.      Modalità di adesione 2018-2019

La procedura di presentazione del Comune è la seguente:

  • il Comune si registra nel sito web (http://www.comuniciclabili.it/area-riservata/) e compila il modulo di adesione coi dati richiesti, verificando di rispettare i criteri di ammissibilità di cui al punto precedente, redige il testo descrittivo seguendo il format guidato e allega le mappe o planimetrie necessarie per illustrare compiutamente i percorsi ciclabili presenti del Comune distinti per tipologie;
  • sottoscrive e invia la domanda di adesione con la documentazione di cui al punto precedente;
  • invia l’attestazione di versamento del contributo di adesione. Il versamento può essere effettuato direttamente dall’Ente locale oppure anche da qualunque altro soggetto terzo, come ad esempio aziende, associazioni albergatori o di commercianti, DMC (Destination Management Company) ecc… NOTA BENE: la procedura di valutazione ha avvio con la ricezione dell’attestazione di pagamento, qualora il comune non abbia i requisiti minimi la quota di adesione sarà RESTITUITA.
  • invia almeno 4 immagini significative del Comune (in alta qualità) e del suo grado di ciclabilità e tutto il materiale necessario a documentare la candidatura: rassegne stampa, materiali di comunicazione, ecc.
  • FIAB comunica per via telematica al Comune l’ottenimento del riconoscimento e la conseguente ammissione nella rete dei ComuniCiclabili con invito alla cerimonia di consegna attestati e bandiere.

4.      Contributo di adesione

Per l’adesione all’iniziativa per un periodo di due anni con inserimento nella Guida ComuniCiclabili il contributo è differenziato in base alla popolazione dei Comuni:

  • Comune fino a 5.000 abitanti   € 400
  • Comune da 5.000 a 10.000 abitanti € 650
  • Comune da 10.000 a 20.000 abitanti € 800
  • Comune da 20.000 a 50.000 abitanti  € 1.000
  • Comune da 50.000 a 200.000 abitanti  € 1.200
  • Comune da 200.000 a 500.000 abitanti € 1.800
  • Comune oltre i 500.000 abitanti  € 3.000

Le modalità con cui è possibile effettuare il versamento sono le seguenti:

  • Bonifico su conto BANCA PROSSIMA P.zza P. Ferrari 10 20121 Milano MI

IBAN: IT92 R033 5901 6001 0000 0066 179 intestato a FIAB Onlus

Per facilitare il riconoscimento del versamento e le procedure di riconoscimento, nella causale di pagamento è necessario inserire la seguente causale:

“NOME COMUNE – COD. ISTAT COMUNE – adesione ComuniCiclabili 2^ edizione”

Il pagamento potrà essere effettuato anche da soggetti terzi rispetto all’Amministrazione Comunale (come ad esempio aziende, associazioni albergatori o di commercianti, Destination Management Company, ecc), purché sia specificato nella causale:

“Quota adesione per il Comune di NOME COMUNE ComuniCiclabili 2^ edizione”.

A fronte del pagamento della quota di iscrizione verrà emessa regolare ricevuta. Nel caso in cui si richieda la fattura, l’importo della quota associativa di iscrizione dovrà essere maggiorato dell’IVA al 22%. Per informazioni amministrativo/contabili, contattare la seguente mail: contabilita@fiab-onlus.it

5.      Assegnazione riconoscimenti “Comune Ciclabile 1, 2, 3, 4, 5 Bike Smile”

Ai Comuni candidati verrà assegnato un riconoscimento con il grado di Ciclabilità ottenuto, da 1 a 5 Bike Smile e l’anno di riferimento; a questo scopo Fiab consegnerà l’attestato “Comune Ciclabile” con la valutazione e la relativa bandiera.

L’assegnazione del riconoscimento da parte di FIAB consentirà alle Amministrazioni locali di fregiarsi del marchio della seconda edizione e, se sussisteranno ancora i requisiti, anche della 3^ edizione. Per gli anni successivi al primo i punteggi di valutazione saranno aggiornati in base alla mutata situazione dei singoli comuni (es. incremento/decremento di infrastrutture e azioni di governance, eventi di comunicazione degli ultimi 12 mesi ecc.)

6.      Rinnovo adesione ComuniCiclabili 1^ edizione

Per i comuni che hanno già aderito alla prima edizione, il riconoscimento è considerato valido e gratuito anche per la 2^ edizione, oggetto del presente regolamento, se sussisteranno i requisiti minimi di cui al precedente punto 2. Ai comuni già aderenti sarà richiesto di compilare la scheda di adesione inserendo solo ed esclusivamente quanto di nuovo realizzato o sopraggiunto rispetto alla prima presentazione.

7.       “Guida ai Comuni Ciclabili d’Italia” 2^edizione

Al fine di promuovere i Comuni ciclabili e diffondere la cultura della ciclabilità, FIAB redige la “Guida ai Comuni Ciclabili d’Italia” a diffusione gratuita on line, che riporta una scheda sintetica per ogni Comune partecipante che abbia ottenuto 1, 2, 3, 4 o 5 Bike Smile.

8.      Formazione permanente – Scuola dei ComuniCiclabili

Al fine di diffondere le migliori pratiche per stimolare il costante miglioramento dei comuni sul fronte della ciclabilità e quindi della vivibilità e anche della competitività economica dei territori, l’adesione a ComuniCiclabili consente la partecipazione gratuita e su invito ai momenti formativi organizzati da FIAB aperti ad amministratori, tecnici e dipendenti in genere dei comuni aderenti, organizzati/ previsti sia nel corso delle cerimonie di assegnazione sia durante altri eventi a carattere nazionale e locale.

9.      Accettazione delle condizioni

La partecipazione al riconoscimento comporta da parte dei candidati l’accettazione integrale e senza riserve del presente regolamento e delle decisioni prese da FIAB. FIAB si riserva di verificare, anche tramite le proprie associazioni sul territorio, la veridicità dei dati dichiarati dai comuni, pertanto quanto appurato prevale su quanto dichiarato dai comuni. I comuni acconsentono all’uso da parte di FIAB dei dati trasmessi – eventualmente corretti a seguito di verifiche- per divulgazione, eventi formativi e studi e ricerche interne a FIAB e/o con i partner attuali e futuri dell’iniziativa (Istituto Nazionale di Urbanistica, Università, ANCI, reti di comuni, ECF-European Cyclists’ Federation ecc.).

Milano, 15 giugno 2018

FINE REGOLAMENTO