Archivio annuale 2020

Aderisci

“Aperte le adesioni “

Notizie dai territori: Forte dei Marmi riceve la bandiera gialla della ciclabilità italiana.

La bandiera gialla è stata consegnata direttamente nelle mani del sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi e del consigliere allo spazio pubblico bene comune, Alberto Mattugini :

“Forte dei Marmi è onorata di ricevere questo riconoscimento anche perché può contare su una tradizione antica per le campagne a favore dell’uso della bicicletta che risale a Una spiaggia: due ruote di trent’anni fa.

Per noi non è un punto di arrivo ma di proseguimento verso le politiche di promozione della mobilità dolce, ovvero quella mobilità che per propria natura possiede al massimo i requisiti di sostenibilità. Per migliorare la qualità di vita di tutti i cittadini abbiamo da poco lanciato anche il progetto Al lavoro in bici – Bike to Work, in cui selezioneremo trenta utilizzatori della bicicletta come mezzo di trasporto per recarsi sul posto di lavoro ai partecipanti andranno anche degli incentivi economici. Inoltre sosterremo anche le associazioni che contribuiranno alla diffusione del messaggio tra i propri associati.

Annunciamo poi un’altra iniziativa che prenderà il via a metà settembre con il passaggio da Forte dei Marmi durante il Giro della Toscana di alcuni rappresentanti della campagna “Io rispetto il ciclista“. Abbiamo aderito con grande entusiasmo al progetto e in quell’occasione installeremo i primi cartelli di attenzione al passaggio di ciclisti. Forte dei Marmi sarà sempre più a due ruote.”

 

scheda valutazione sintetica Forte dei Marmi

Presente alla consegna della bandiera gialla, come testimonial e amico di Forte dei Marmi , Pippo Pozzato, fresco reduce dall’organizzazione dei campionati italiani di ciclismo di domenica scorsa in Veneto, che proprio qui ha visto i suoi primi successi di ciclista, iniziando la scalata verso i successi internazionali:

E’ bello vedere quanto amore scorre tra le strade del paese per la bicicletta, usata non solo da chi nutre una passione a livello sportivo, ma da famiglie intere.

Ringraziamo l’amministrazione comunale di Forte dei Marmi – commenta Giuliano Tomei, consigliere FIAB Versilia – per l’adesione all’iniziativa ComuniCiclabili, primo e unico tra i comuni della Versilia, augurandoci che possa fare da apripista per gli altri enti territoriali dell’ambito turistico. La certificazione del lavoro e dell’impegno del Comune di Forte dei Marmi risiede nella concessione di 4 bike-smiles. Impegno che si sta sempre più sviluppando anche con la recente iniziativa del Bike to Work. Cogliamo l’occasione per invitare i versiliesi a tesserarsi alla nostra Federazione per sostenere e migliorare la mobilità dolce all’interno del territorio”.

Soddisfazione per l’adesione di Forte dei Marmi a ComuniCiclabili, è stata espressa anche dal coordinatore regionale FIAB per la Toscana Angelo Fedi:

Con Forte dei Marmi sale a nove il numero dei comuni toscani presenti nella rete nazionale di FIAB, che annovera adesso quattro capoluoghi di provincia (Arezzo, Firenze, Grosseto e Pisa) e ben cinque costieri, Forte di Marmi, Follonica, Massa Marittima, Scarlino e Castiglione della Pescaia. La preponderante presenza dei comuni costieri, dimostra quanto alto sia l’interesse del territorio intorno al progetto Ciclopista Tirrenica, l’infrastruttura a lunga percorrenza inserita nelle dieci ciclovie d’interesse nazionale, di cui si attende l’imminente avvio della progettazione definitiva”

Dai territori: consegnate le bandiere gialle ai Comuni del Parco delle Colline Metallifere

Consegnata la bandiera gialla della ciclabilità italiana ai tre comuni del comprensorio delle Colline Metallifere che hanno aderito all’edizione 2020 della Challenge FIAB.

Con la nuova entrata di Massa Marittima, che si aggiunge alle riconferme di Scarlino e Follonica sale a tre il numero dei comuni, del comprensorio del Parco Nazionale delle Colline Metallifere, aderenti al progetto ComuniCiclabili FIAB.

Giunto quest’anno alla terza edizione, il progetto ideato nel 2017 da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori, chiude con ben 136 città italiane su cui sventola la bandiera gialla di ComuneCiclabile: una realtà che, nell’insieme, rappresenta 9,3 milioni di persone, ovvero più del 15% della popolazione italiana. Nove sono in totale i comuni toscani oggi aderenti e tra questi, spicca la presenza di Follonica, Massa Marittima e Scarlino, i tre comuni ricadenti nell’area del Parco Nazionale delle Colline Metallifere.

La cerimonia con la consegna degli attestati e delle bandiere di ComuneCiclabile agli amministratori dei tre comuni, si è svolta giovedì 13 agosto a Gavorrano presso la sede del Parco Nazionale delle Colline Metallifere. Presenti, oltre alla presidente del Parco Lidia Bai, la direttrice Alessandra Casini, il coordinatore FIAB per la Toscana Angelo Fedi, il Vice Commissario Prefettizio di Follonica dott. Francesco Piano, il Sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini e il Vicesindaco di Scarlino Luciano Giulianelli.

“Questo risultato non è un caso – ha commentato Angelo Fedi, coordinatore FIAB Toscana e presidente di FIAB Grosseto Ciclabile – nel 2017 Follonica è stato il primo ComuneCiclabile toscano e, proprio con il Parco abbiamo collaborato alla stesura della scheda azione 71 del nuovo Piano quinquennale di azione CETS 2019 – 2023, che vede come obiettivo strategico l’individuazione delle caratteristiche che deve avere un territorio per essere appetibile al cicloturista, ed in seguito adeguare l’offerta di servizi per il ciclo turismo, sia pubblici che privati. La valutazione e l’acquisizione dell’attestato di Comune Ciclabile, se da un lato evidenzia l’impegno per lo sviluppo della mobilità sostenibile espresso dalle singole amministrazioni, nello stesso tempo accredita l’intero territorio del Parco promuovendolo quale “territorio bike friendly”. In un momento difficile come quello attuale, la certificazione di Comune Ciclabile aggiunge valore, subito disponibile, all’offerta turistica di tutto il comprensorio. Valore che aumenta allargando la visuale al territorio della costa maremmana, con i Comuni di Castiglione della Pescaia e Grosseto che fanno anch’essi parte della rete ComuniCiclabili”

“Siamo molto soddisfatti di ospitare questa premiazione – ha aggiunto Lidia Bai presidente del Parco Nazionale delle Colline Metallifere – e mi congratulo con i tre sindaci per questo loro ottimo risultato. Con la Fiab abbiamo un rapporto consolidato di collaborazione all’interno della Carta Europea del turismo sostenibile e questa iniziativa rientra a pieno titolo nella nostra vocazione di sostenere e promuovere il turismo lento e tutti i valori che comporta e che sono dentro la Carta”.

scarica il comunicato stampa completo (pdf)

vai alle foto dell’evento (si apre su Facebook)

guarda il video dell’evento su YouTube

https://youtu.be/x9KkrGj2vnY

Notizie dai territori: Ravenna, consegnata la bandiera ComuniCiclabili FIAB

Consegnata a Ravenna, il 29 luglio, la bandiera dei ComuniCiclabili FIAB. Per l’Amministrazione erano presenti il Sindaco Michele De Pascale, l’Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fagnani, e per la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta il Presidente di FIAB Ravenna Andrea Navacchia e il Coordinatore Regionale FIAB Emilia Romagna Nevio Senni. Per Ravenna è una conferma.

La valutazione del grado ciclabilità della città e del suo territorio avviene attraverso criteri oggettivi e misurabili sulla base di specifici parametri in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione. L’attestazione di ComuneCiclabile rilasciata da FIAB è affiancata da un punteggio (da 1 il minimo a 5 il massimo) espresso in bike-smile sulla bandiera gialla che è ormai simbolo di ComuniCiclabili. Ci sono otto nuove città entrate per l’edizione 2020 nella rete ComuniCiclabili, il progetto ideato nel 2017 da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori. Ad oggi sono ben 136 le città italiane su cui sventola la bandiera gialla di ComuneCiclabile: una realtà che, nell’insieme, rappresenta 9,3 milioni di persone, ovvero più del 15% della popolazione italiana. I comuni sono 136 ma a 5 punti sono solo 10 tra cui Bolzano, Ferrara, Cesena e Ravenna.

È una valutazione che viene fatta su scala nazionale e non europea per evidenti distanze in ordine di legislature ed infrastrutture. Ravenna si riconferma a 5 bike-smile ma con una serie di sollecitazioni a proseguire sulle realizzazioni “Osservando oggi la mappa di ComuniCiclabili possiamo affermare che c’è stato un incremento di presenze sull’asse Nord-Ovest / Sud-Ovest grazie agli ultimi comuni a vocazione turistica entrati nel circuito, dal Lago Maggiore con Arona alla Liguria con Diano Marina e poi Forte dei Marmi e Massa Marittima in Toscana fino al Cilento con Piaggine e Roccagloriosa, che tende a riequilibrare l’ormai consolidata presenza di ComuniCiclabili nell’asse Est della penisola, dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia” ha commentato Alessandro Tursi, presidente di FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta e ideatore del progetto ComuniCiclabili.

 

fonte foto: https://www.ravennanotizie.it

Notizie dai territori: Arrone entra nella rete ComuniCiclabili FIAB

Il 30 luglio 2020 il coordinatore Fiab Umbria, Pietro Stella e il presidente Fiab Terni Marco Angeletti, hanno consegnato la bandiera gialla dei ComuniCiclabili al sindaco di Arrone, Fabio Di Gioia.

«La consegna della bandiera gialla – ha affermato il sindaco Fabio Di Gioia – rappresenta un ulteriore elemento di attenzione verso l’ambiente e la bicicletta. A breve ci saranno altre iniziative che andranno nella direzione di promuovere una mobilità alternativa, lo sport e la valorizzazione del territorio».
«In Umbria solo due i Comuni hanno ricevuto la bandiera gialla di “ComuniCiclabili” (Foligno e Arrone) ci auguriamo che il numero cresca velocemente» – ha dichiarato il presidente di Fiab Terni Marco Angeletti.

Uno de “I Borghi più belli d’Italia”, in provincia di Terni, si affianca così, con la valutazione di 1 bike smile, alla più grande Foligno in rappresentanza dell’Umbria.

A breve – ha annunciato il primo cittadino – ci saranno ulteriori iniziative che andranno nella direzione di promuovere una mobilità alternativa, lo sport e la promozione del territorio” più volte definito come “patria degli sport a contatto con la natura”, grazie anche alla Scuola di Mountain Bike gestita da maestri federali che, tra una pedalata e l’altra, portano a scoprire le zone più belle del Parco Fluviale del Nera, fino a ridosso della Cascata delle Marmore.

Notizie dai territori: Diano Marina riceve la bandiera dei ComuniCiclabili FIAB

Il 24 luglio Diano Marina ha ricevuto la bandiera della rete ComuniCiclabili FIAB. La consegna è avvenuta a San Lorenzo al Mare, a margine del Convegno EduMob (Interreg Alcotra). Con la bandiera, ComuniCiclabili riconosce gli sforzi di tutte quelle Amministrazioni Locali che mettono in pratica concrete politiche per la mobilità in bicicletta “perché una città a misura di bicicletta è prima di tutto una città per le persone”. ComuniCiclabili FIAB valuta il grado di ciclabilità dei comuni, vale a dire quell’insieme di infrastrutture e azioni che li rendono adatti ad essere vissuti e visitati in bicicletta, uno strumento utile ai cittadini e ai turisti. Questi ultimi hanno sempre più necessità di uno strumento autorevole che permetta di confrontare, con criteri omogenei, quanto una località sia realmente a misura di bicicletta.
Per quanto riguarda Diano Marina, sono state premiate le progettualità in corso, che prevedono – in attesa della ciclovia tirrenica – la rigenerazione urbana degli ex sedimi ferroviaria e delle zone limitrofe, con nuova viabilità, parcheggi, zone 30, mobilità sostenibile, ciclabile urbana, percorsi protetti. “Il ragionamento che sta alla base di questi interventi – ha spiegato il vice Sindaco Cristiano Za Garibaldi – oltre a ricucire e riunire la Città, è di creare nuovi spazi vivibili all’aperto, aree pedonali e ciclopedonali, che andranno ad intersecarsi con la futura pista ciclopedonale. In questo modo i nostri percorsi ciclabili urbani protetti consentiranno a chi percorrerà la ciclovia tirrenica di entrare nel cuore di Diano Marina senza mai dover scendere dalla bicicletta”.
Si tratta di interventi estremamente importanti, finanziati con un Bando regionale per la progettazione di 23.000 Euro, con 630.000 Euro messi a disposizione dalla Regione Liguria e 2.000.000 Euro dal Comune di Diano Marina.

 

foto fonte: https://www.imperiapost.it

Notizie dai territori: consegnata la bandiera gialla al Comune di Montesilvano

Il 13 luglio 2020 una delegazione di FIAB – Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta – composta dal Coordinatore Interregionale Abruzzo e Molise Giancarlo Odoardi e dal presidente di FIAB Pescarabici Filippo Catania, ha consegnato all’Assessore alla Mobilità del Comune di Montesilvano, Anthony Aliano, la bandiera 2020 di Comuni Ciclabili.

Montesilvano ha ottenuto due bike-smile, frutto della valutazione, relativa al 2019 causa emergenza Covid-19, del grado di ciclabilità che FIAB esegue nei comuni italiani aderenti, a tutt’oggi 136.

Un’iniziativa, quella di Comuni Ciclabili, che partners illustri come l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), l’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica), l’Università La Sapienza di Roma ed altri hanno pienamente condiviso riconoscendone la validità. FIAB valuta quindi l’insieme delle infrastrutture e delle azioni che rendono i comuni adatti ad essere vissuti e visitati in bicicletta, uno strumento utile sia ai cittadini che ai turisti.

Montesilvano sta lavorando per conseguire il terzo bike-smile sulla bandiera – ha affermato Anthony Aliano, Assessore alla Mobilità – con la collaborazione della FIAB locale con la quale esiste un dialogo aperto e fattivo“.

Apprezziamo gli sforzi del Comune di Montesilvano – ha ribadito il Coordinatore dell’Abruzzo e Molise Giancarlo Odoardi – che vuole ragionare di più e meglio su una dimensione di area metropolitana come è giusto fare in tema di mobilità“.

Il Presidente della FIAB pescarese Filippo Catania ha constatato “la precisa volontà di rendere più ciclabile la città da parte dell’Amministrazione comunale che proverà a diminuire la quantità traffico automobilistico privato. C’è davvero tanto da fare – ha continuato Catania – ma abbiamo già un appuntamento a breve con l’Assessore Aliano per cercare di migliorare il collegamento ciclabile tra città e Ponte Delli Castelli“.

Chiude a 136 città la terza edizione di FIAB ComuniCiclabili

Ancora in crescita il progetto della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta che supporta i comuni nello sviluppo della mobilità sostenibile e li valuta con criteri oggettivi e misurabili.

 

Consegnata ieri la bandiera gialla della ciclabilità italiana a nuovi comuni dell’edizione 2020 e alle realtà che hanno rinnovato la loro presenza nella rete, migliorando talvolta il loro punteggio.

Arona (NO), Diano Marina (IM), Forte dei Marmi (LU), Lonigo (VI), Massa Marittima (GR), Piaggine (SA), Roccagloriosa (SA) e Sarego (VI) sono, in ordine alfabetico, le ultime otto nuove città entrate per l’edizione 2020 nella rete ComuniCiclabili, il progetto ideato nel 2017 da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori. Ad oggi sono ben 136 le città italiane su cui sventola la bandiera gialla di ComuneCiclabile: una realtà che, nell’insieme, rappresenta 9,3 milioni di persone, ovvero più del 15% della popolazione italiana.

Le altre new entry del 2020 in FIAB ComuniCiclabili sono state: Roma Capitale (che ha ritirato la bandiera gialla della ciclabilità italiana a inizio luglio e che, in considerazione della estensione territoriale e della struttura policentrica, ha avuto una valutazione specifica per ognuno dei suoi 15 Municipi), Firenze, Arezzo, Desio (MB), Vasto (CH), Merano (BZ), Mira (VE), Valdagno (VI), Santarcangelo (RN), San Salvo (CH) e Breda di Piave (TV), che avevano già ricevuto il riconoscimento a fine 2019.La cerimonia di chiusura dell’edizione 2020 (foto in allegato) con la consegna degli attestati e delle bandiere agli 8 nuovi membri e ai comuni che hanno rinnovato la presenza a questa terza edizione, si è svolta martedì 14 luglio in Abruzzo a Pineto (TE), che era stato il primo comune italiano ad aver aderito a FIAB ComuniCiclabili tre anni fa.

.

Obiettivo principale dell’iniziativa ComuniCiclabili è quello di sostenere e accompagnare le amministrazioni locali nelle loro politiche bike-friendly e nell’impegno per lo sviluppo di una mobilità sostenibile. La valutazione del grado ciclabilità della città e del suo territorio avviene attraverso criteri oggettivi e misurabili sulla base di specifici parametri in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione.

L’attestazione di ComuneCiclabile rilasciata da FIAB è affiancata da un punteggio (da 1 il minimo a 5 il massimo) espresso in bike-smile sulla bandiera gialla che è ormai simbolo di ComuniCiclabili.Osservando oggi la mappa di ComuniCiclabili possiamo affermare che c’è stato un incremento di presenze sull’asse Nord-Ovest / Sud-Ovest grazie agli ultimi comuni a vocazione turistica entrati nel circuito, dal Lago Maggiore con Arona alla Liguria con Diano Marina e poi Forte dei Marmi e Massa Marittima in Toscana fino al Cilento con Piaggine e Roccagloriosa, che tende a riequilibrare l’ormai consolidata presenza di ComuniCiclabili nell’asse Est della penisola, dal Friuli Venezia Giulia alla Puglia – commenta Alessandro Tursi, presidente di FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta e ideatore del progetto ComuniCiclabili.Tra le ultime new entry merita un plauso la città di Forte dei Marmi con i suoi 4 bike smile sulla bandiera gialla, ma una citazione particolare va anche alle località che negli anni hanno migliorato il loro punteggio grazie allo sviluppo di specifici ulteriori interventi a favore della mobilità ciclistica, proprio come è nello spirito del progetto ComuniCiclabili, che vuole accompagnare e stimolare le amministrazioni in un virtuoso cammino verso lo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile. Passano così da 3 a 4 bike-smile Concordia sulla Secchia (MO), Novellara (RE), Feltre (BL) e Borgarello (PV); mentre passano da 2 a 3 bike-smile i comuni di San Donato Milanese (MI) e Sassuolo (MO).Sul sito www.comuniciclabili.it è possibile consultare le pagelle relative alle valutazioni di tutti i comuni presenti in rete con i punteggi ricevuti nei diversi ambiti di valutazione previsti dal progetto.Tra qualche settimana saranno aperte le candidature da parte dei comuni italiani alla edizione 2021 di FIAB-ComuniCiclabili che, a ulteriore conferma dell’autorevolezza del progetto, ha già ricevuto per la nuova edizione il patrocino del MIT – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.Nella foto (in allegato) i rappresentanti dei ComuniCiclabili 2020 al termine della cerimonia di consegna dell’attestato e della bandiera gialla che svela il punteggio ricevuto.

Per le otto ultime new entry i punteggi sono:

  • Arona (NO) – 2 bike-smile

  • Diano Marina (IM) – 1 bike-smile

  • Forte dei Marmi (LU) – 4 bike-smile

  • Lonigo (VI) – 2 bike-smile

  • Massa Marittima (GR) – 1 bike-smile

  • Piaggine (SA) – 1 bike-smile

  • Roccagloriosa (SA) – 1 bike-smile

  • Sarego (VI) – 2 bike-smile

Il 14 luglio cerimonia di consegna delle valutazioni della terza edizione di ComuniCiclabili FIAB

Martedì 14 luglio 2020, dalle ore 17.45, nel Giardino della Torre del Cerrano a Pineto  (TE), si terrà la cerimonia di consegna degli attestati di valutazione della terza edizione di ComuniCiclabili.
Dopo l’ingresso di Roma nella rete, con una cerimonia dedicata tenutasi il primo luglio nella Capitale, altri Comuni entreranno nel circuito delle amministrazioni che vogliono mettersi in gioco per migliorare le loro azioni e i loro programmi nell’ottica della mobilità sostenibile, ciclistica in particolare.
Su questo sito web verrà pubblicato, dal 14 luglio, l’elenco dei Comuni aderenti con le rispettive valutazioni.
Il programma della giornata:
Saluti iniziali
Marco Marsilio, Presidente Regione Abruzzo
Diego Di Bonaventura, Presidente Provincia di Teramo
Robert Verrocchio, Sindaco di Pineto
Intervengono:
Alessandro Tursi, Presidente FIAB-Federazione Italiana Ambiente
Giancarlo Odoardi, Coordinatore regionale FIAB Abruzzo e Molise
Durante l’incontro sarà reso noto il punteggio in bike smile assegnato a ciascun comune, sia esso una new entry in FIAB-ComuniCiclabili o un rinnovo da precedenti edizioni.

Roma entra in ComuniCiclabili FIAB

Si è svolta oggi, 01 luglio, a Roma, negli spazi esterni dell’Arancieria di San Sisto, la consegna del riconoscimento Fiab-ComuniCiclabili a Roma Capitale, alla presenza di Pietro Calabrese, assessore alla Città in movimento di Roma Capitale, e di Enrico Stefano, presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale.

ComuniCiclabili è un progetto ideato nel 2017 da Fiab – Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta – per sostenere e accompagnare le amministrazioni locali nelle loro politiche bike-friendly: sono già 127 i comuni italiani ad aver ricevuto l’attestazione di ComuneCiclabile con il relativo punteggio indicato in bike-smile (da 1 a 5) sulla bandiera gialla, simbolo della rete. La bandiera gialla della ciclabilità italiana, che da oggi sventola anche su Roma, non è dunque un premio ma un’attestazione, risultato di verifiche e valutazioni analitiche fatte in ciascuno dei 15 Municipi in cui è divisa la città, secondo le decine di parametri previsti dal progetto in 4 distinte aree: infrastrutture urbane, governance, cicloturismo e comunicazione.

La scientificità e l’autorevolezza del metodo sono attestate anche dal partenariato con l’Università La Sapienza (Centro di ricerca per i trasporti e la logistica) e con l’Inu-Istituto Nazionale di Urbanistica. In considerazione dell’importanza della Capitale, Fiab ha voluto dedicarle un evento speciale. A breve ComuniCiclabili consegnerà le bandiere gialle anche agli altri comuni italiani entrati in questa edizione 2020 e alle realtà che rinnovano la loro presenza nel circuito, in un’evento che si terrà in Abruzzo, a Pineto (TE), città dove è nata la rete ComuniCiclabili FIAB.

Roma è molto più di un comune poiché per popolazione ed estensione non  è paragonabile a nessun’altra realtà italiana, per di più con una struttura policentrica che la rende di fatto un insieme di città – ha affermato Alessandro Tursi, presidente di Fiab, e vicepresidente di Ecf-European Cyclists’ Federation di cui Fiab e’ membro per l’Italia – Per dare conto di questa complessità le verifiche e le valutazioni sono state fatte su ciascun Municipio, con la collaborazione del coordinamento Fiab Lazio. Come mostra la mappa, se i Municipi fossero comuni a sè, 11 su 15 avrebbero i requisiti minimi per aderire a ComuniCiclabili, seppur con valori differenti”.

Interessante osservare anche le pagelle dove viene sempre riportato il risultato di ciascun ambito di analisi: come già scritto per la Capitale sono state suddivise per Municipi (info-grafica in allegato), in quanto la sola valutazione globale della città con 1 bike smile avrebbe celato la complessità e l’eterogeneità esistente sul territorio.

Roma Capitale ha avviato un percorso preciso per promuovere la ciclabilità. Il piano straordinario da 150 chilometri di piste transitorie va in questa direzione. È il progetto ciclabile piu’ ambizioso promosso da una città italiana e siamo convinti che creerà una rete importante e strutturata per la Capitale – ha dichiarato l’assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale, Pietro Calabrese – oggi più che mai è necessario ripensare alla mobilità urbana. In questo periodo di emergenza abbiamo assistito da parte dei cittadini a un cambio drastico nelle proprie abitudini: in tanti hanno scelto nuovi mezzi per gli spostamenti di tutti i giorni. Compito delle Istituzioni è recepire questi bisogni e lavorare a soluzioni di breve, medio e lungo periodo.È ciò che stiamo realizzando: dal Piano urbano della mobilità sostenibile, adottato lo scorso anno, alla promozione dello sharing, fino alla creazione delle ciclabili transitorie. Un cambio di passo è possibile solo grazie a un gioco di squadra fra la Pubblica Amministrazione e i cittadini, una sinergia fondamentale e preziosa.

Per Enrico Stefano, presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale, si tratta di  “un traguardo importante quello raggiunto dalla città di Roma, ma è soltanto l’inizio. Dobbiamo, infatti, proseguire determinati verso l’aumento degli spazi per pedoni e ciclisti, in grado di integrare il traffico privato in modo sostenibile”.

Favorire e incrementare la mobilitàin bicicletta significa offrire, in modo rapido ed economico, un’alternativa salutare al trasporto pubblico oggi oltretutto limitato dal distanziamento Covid-19, ma anche sostenere un investimento ad alto ritorno per il futuro: ne beneficiano il traffico, la qualità della vita e dell’aria e anche l’economia urbana a partire dal commercio, come hanno ben compreso Confesercenti e Cna che di recente hanno collaborato con Fiab alla campagna “Spesa quotidiana? Prima la bici”.

FIAB_ComuniCiclabili_INFOGRAFICA_RomaCapitale

FIAB_ComuniCiclabili_PAGELLE_RomaCapitale_e_Municipi