Cos’é

FIAB ha promosso la prima edizione del riconoscimento “Comuni Ciclabili”, un utile strumento per permettere alle amministrazioni di “misurare” le azioni intraprese per migliorare la ciclabilità dei loro territori.

Non una semplice raccolta di dati, ma un insieme di esempi e sollecitazioni, utili a confrontarsi, attraverso il raggiungimento di alcuni obiettivi, in una gara virtuosa che individuerà le città più a misura di ciclista, sia per la mobilità quotidiana, che per l’esperienza turistica, sull’esempio di molte città europee che già adottano standard avanzati.

In questi anni, infatti, si assiste ad una riscoperta della bicicletta, mezzo nato due secoli fa e diventato, da subito, strumento di divertimento e sport, ma anche utile veicolo per spostarsi dentro e fuori la città. Riscoperta che, però, necessita di sempre più stimoli per una corretta pianificazione degli ambienti urbani e per l’attuazione di politiche che favoriscano una mobilità più a misura d’uomo.

I BENEFICI PER I COMUNI CHE ADERISCONO

• Road Map delle azioni per la ciclabilità
• Condivisione delle migliori pratiche tra le città della rete
• Valorizzazione delle politiche attuate
• Marketing territoriale per la ciclabilità
• Stimolo ad una competizione virtuosa

Saltiamo quindi in sella, pronti a pedalare e a guadagnarci sorrisi “ciclabili”!

NOTA BENE: è aperta l’ultima finestra di adesioni per la prima edizione 2017/2018 con termine il 30 gennaio 2018.

Ecco i parametri che ComuniCiclabili FIAB valuta prima di assegnare il Riconoscimento. GLI INDICATORI

Quale sarà la città più “ciclabile” del 2018?

Per saperne di più: