Scuola ComuniCiclabili: WORKSHOP LE STRADE GIUSTE. Cesena 5 marzo 2020

Scuola ComuniCiclabili: WORKSHOP LE STRADE GIUSTE. Cesena 5 marzo 2020

Nell’ambito della formazione della Scuola di ComuniCiclabili, il 5 marzo prossimo, dalle ore 9.00, presso il Palazzo Comunale, piazza del Popolo 10, Cesena, si terrà il workshop “Le strade giuste”, in collaborazione con il Comune di Cesena,  il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la Sogesid.

Informazioni:
ISCRIZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati e iscrizioni entro il 24 febbraio con invio email, con allegata la scheda di partecipazione compilata, da inviare a mobilita@comune.cesena.fc.it, specificando nome, ente e carica.
Info presso Comune di Cesena, Arch. Gastone Baronio, tel. 0547-356451

Il programma prevede:

9,00 Registrazione partecipanti
9,30 Saluto del Sindaco di Cesena, Enzo Lattuca
Le nuove sfide a Cesena per le “strade giuste”.
Francesca Lucchi, Assessore all’Ambiente e Mobilità del Comune di Cesena
10,00 Progetto “ComuniCiclabili”
Alessandro Tursi, Presidente Fiab
10,15 “Progetto CReIAMO PA”, Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare
Massimo Ciuffini, UTS L7 Sogesid Spa
10,30 Progetto “Le strade giuste”
Gastone Baronio, responsabile del sistema della mobilità del Comune di Cesena
11.30 Visita diretta delle “strade giuste” nei quartieri di Cesena
13,30 Pausa pranzo nel palazzo comunale
14,30 Confronto tra i partecipanti
17,30 Fine lavori

ComuniCiclabili alla Borsa Internazione del Turismo di Milano.

Dal 9 al 11 febbraio 2020 torna a Milano BIT – la Borsa Internazionale del Turismo, storica manifestazione organizzata da Fiera Milano che dal 1980 porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo.

Come nel 2019 si terrà a Fieramilanocity, nel centro di Milano. Confermata anche la nuova formula che vede la prima giornata, domenica 9 febbraio, aperta a tutti e le giornate dell’10 e del 11 febbraio riservate ai professionisti del settore.

Anche ComuniCiclabili FIAB sarà presente con un convegno dal titolo “Comuni Ciclabili – I comuni che stanno puntando sulla bicicletta“, che si terrà l’11 febbraio, alle ore 11.30, presso la sala Yellow 1.

 

 

Notizie dai ComuniCiclabili: Cannobio (VB) – consegnata la bandiera gialla.

Il riconoscimento è stato consegnato il 10 gennaio al sindaco Minazzi dal consigliere nazionale Tocci

Il Comune piemontese è stato insignito della prestigiosa attestazione Comune Ciclabile con valutazione “tre bike-smile”. L’attestato, che riconosce l’impegno nella realizzazione di infrastrutture e azioni a favore della bicicletta, è stato consegnato dal consigliere nazionale della Fiab, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Massimo Tocci al sindaco Gianmaria Minazzi e all’assessore al Turismo Katia Manfredi (nela foto assieme a Loretta Landoni, della Fiab di Arona , del presidente del Consiglio comunale Mauro Cavalli e del Consigliere Marco Albertella, responsabile delle politiche culturali).
Con questo attestato abbiamo voluto segnalare l’impegno di chi ha già messo in campo iniziative bike-friendly valorizzando una delle più belle località del Lago Maggiore rendendola più accogliente per chi si muove in bicicletta”, ha affermato il consigliere Tocci consegnando la bandiera gialla con tre bike-smile al Sindaco Minazzi.
Il riconoscimento attribuisce alle località un punteggio da 1 a 5 assegnato sulla base di diversi parametri e rappresentato da altrettanti  “bike-smile” sulla bandiera. Il Comune di Cannobio si trova, quindi, in una posizione intermedia tra la valutazione minima (1 bike-smile) e quella massima (5 bike-smile).
Siamo il primo comune del Lago Maggiore a ricevere questa attestazione che  valorizza gli sforzi della mia come delle passate amministrazioni comunali a favore di un turismo intelligente e rispettoso dell’ambiente con una pista ciclabile di ben 12 km – ha aggiunto il sindaco Minazzi – ma non intendiamo fermarci. Come Unione dei Comuni abbiamo dato avvio ad un progetto di percorsi ciclabili che da Cannobio raggiunge Verbania lungo la fascia costiera”.

fonte: azzurratv

Notizie dai ComuniCiclabili: PINETO (TE), il Comune approva progetto esecutivo dell’ultimo lotto della ciclabile costiera

L’ultimo tratto della pista ciclabile costiera che collegherà quella già esistente, che termina all’altezza del lido pinetese La Nelide, a Silvi, attraversando la Torre del Cerrano e l’intero cuore dell’Area Marina Protetta, sta per diventare realtà. La Giunta comunale di Pineto ha, infatti, approvato il progetto esecutivo nell’ambito del progetto regionale Bike to Coast, che fa parte della più ampia Ciclovia Adriatica.

Nel dettaglio l’intervento consiste nel completamento di 1,8 km di ciclabile per un importo di 450 mila euro. Con questo ultimo lotto l’intera fascia costiera di Pineto, circa 9 km, sarà quindi servita da una pista ciclabile. Con l’occasione si procederà subito al primo lotto dei lavori di illuminazione delle ciclabili, ovvero il tratto già esistente dai lidi Marcos’ Beach a La Nelide.

Con l’approvazione del progetto esecutivo e il proficuo lavoro degli uffici che ringrazio – spiega l’assessora ai lavori pubblici del Comune di Pineto, Jessica Martella – siamo sempre più vicini all’avvio dei lavori di completamento della pista ciclabile nella nostra fascia costiera, in particolare nel tratto da Santa Maria a Valle, lato pineta, fino al confine con il territorio di Silvi. La pista ciclabile sarà realizzata nel pieno rispetto della conformazione dei luoghi e con materiali eco-compatibili. Nelle aree più delicate dell’AMP si è scelto di proseguire con un intervento minimale di transito attuando molteplici sistemi di mitigazione e compensazione ambientale, studiati con la collaborazione di esperti nel campo. La ciclabile sarà dotata, inoltre, della pubblica illuminazione, nel tratto tra i lidi Marco’s Beach e Nelide“.

Si tratta di un’opera strategica e virtuosa – commenta il sindaco di Pineto, Robert Verrocchio – che ha come prospettiva il rendere sempre più sostenibile e sicuro il nostro comune e che completa il percorso avviato anni fa verso la realizzazione di una ciclabile presente sull’intero territorio comunale. Come Amministrazione abbiamo molto a cuore la mobilità dolce e grazie alle politiche messe in campo in questo ambito abbiamo ottenuto riconoscimenti straordinari a livello nazionale come la conferma del titolo di Comune Ciclabile con la promozione al quarto bike smile della FIAB, certi che questi indirizzi continueranno a dare ottimi risultati dal punto di vista dell’appeal turistico e della qualità della vita per i residenti. In questi giorni avranno inizio anche i lavori del nuovo tratto della pista ciclabile che si realizzerà sulla SS16 tra le due rotatorie per Atri e per Mutignano. Speriamo anche di poter ripristinare nel più breve tempo possibile il tratto di ciclabile danneggiato dalle mareggiate del 2019, in questo mese oggetto di lavori di messa in sicurezza, in modo da essere pronti per l’estate”.

Fonte: Comune di Pineto

Notizie dai ComuniCiclabili: Martinsicuro – partono le procedure per la nuova pista ciclabile

Martinsicuro. Prende avvio il percorso di realizzazione della nuova pista ciclabile della riviera di Martinsicuro. Dopo l’approvazione del progetto esecutivo da parte della giunta comunale, la struttura tecnica dell’Ente ha già avviato le procedure per la gara di appalto.

 

Gara d’appalto che sarà a procedura negoziata sotto soglia, con l’invito di un numero di ditte non inferiore a 15. Nello specifico si tratta del completamento del progetto regionale “Bike to coast” che interesserà la parte centrale del lungomare di Martinsicuro. Uno sviluppo di circa 400 metri: dalla rotonda Las Palmas fino all’innesto con via Silone. Il progetto, del costo complessivo di 980mila euro, è stato finanziato dalla Regione per 730mila euro (attraverso il Masterplan) e la restante parte con fondi comunali, attraverso la contrazione di un mutuo.

L’obiettivo, ovviamente, è quello di completare l’opera per la prossima stagione turistica, in modo da presentare una veste nuova alla parte centrale della riviera per la bella stagione.

Per gli elaborati di progetto si veda QUI.

Per la documentazione di gara si veda QUI.

FONTE: cityrumors.it – comune di Martinsicuro

Notizie dai ComuniCiclabili: Ferrara – consegna bandiera gialla e approvazione PUMS

Ferrara riceve per il terzo anno consecutivo la bandiera gialla di ComuneCiclabile e mantiene il punteggio massimo di 5 bikesmile.

La cerimonia di consegna risale al 12 novembre a Torino, nell’ambito del workshop formativo sul tema “Reti per la mobilità sostenibile” promosso da INU-Istituto Nazionale di Urbanistica in collaborazione con FIAB-ComuniCiclabili.

Per l’impossibilità di ritirare il premio in quell’occasione, si è posticipato a lunedì 16 dicembre la consegna ufficiale di bandiera e attestato da parte di Giuliano Giubelli consigliere nazionale in rappresentanza del presidente FIAB Onlus Alessandro Tursi e del presidente di FIAB Ferrara Stefano Diegoli.

La cerimonia di consegna della bandiera gialla della ciclabilità italiana – divenuta ormai simbolo dei ComuniCiclabili si è svolta oggi lunedì 16 dicembre a Ferrara, in apertura del Consiglio Comunale in Residenza Municipale.

«Il grande successo di ComuniCiclabili è strettamente legato alla crescente attenzione delle amministrazioni locali alle tematiche della mobilità ciclistica – commenta Alessandro Tursi, presidente di FIAB Onlus, e ideatore del progetto – con un concreto cambio di prospettiva, in molti territori, a favore di politiche bike-friendly, che rispecchiano una più ampia attenzione alle persone e all’ambiente».

«Aumentare la ciclabilità di Ferrara vuol dire avere più attenzione per le persone, per la loro sicurezza, la loro salute e il loro benessere – afferma Stefano Diegoli presidente FIAB Ferrara».

«Ferrara per il terzo anno si attesta tra iComuni più virtuosi in tema di ciclabilità – conclude Giuliano Giubelli – molto rimane da fare per avvicinarci ai livelli delle città del Nord Europa, soprattutto nell’approccio a un pensiero che metta al centro le persone e non l’automobile, per andare verso un progressivo miglioramento, per rendere i nostri Comuni più vivibili per i residenti e più accoglienti per i turisti».

Nella stessa seduta di Consiglio Comunale è stato approvato, all’unanimità, il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS).

Notizie dai ComuniCiclabili: Follonica – contributo per acquisto biciclette elettriche

BICICLETTRICA: INCENTIVI PER L’ACQUISTO DI BICICLETTE ELETTRICHE E A PEDALATA ASSISTITA
Il Comune di Follonica vuole incoraggiare i cittadini residenti e le aziende operanti nel territorio ad adottare scelte positive e sostenibili per il benessere e l’ambiente, promuovendo la mobilità sostenibile.
Per questo ha ideato un progetto che consiste nell’erogare contributi per l’acquisto di biciclette elettriche e a pedalata assistita, che rappresentano un modo valido per muoversi in alternativa all’auto, da acquistare presso una delle Ditte di Vendita dell’elenco stilato dall’Amministrazione.
I soggetti ammessi al contributo sono i cittadini maggiorenni residenti e le aziende, gli enti pubblici e privati, le associazioni onlus che operano nel territorio comunale.

Per il bando, la modulistica e l’elenco dei rivenditori convenzionati cliccare QUI

 

 

Notizie dai ComuniCiclabili: Firenze – si rinnovano le piste ciclabili e pedonali in riva d’Arno

Rinascono le ciclopiste in riva d’Arno: al via la valorizzazione dei percorsi dell’Albereta e del Girone con nuova pavimentazione, sedute e cestini

Intervento da 130mila euro. Approvato il progetto esecutivo presentato dall’assessore Del Re

Dal ponte di Verrazzano a quello di Varlungo attraverso il parco dell’Albereta su una ciclopista tutta nuova. E poi, dal Tuscany Hall alle Gualchiere del Girone per oltre 3 km e mezzo. Si rinnovano le piste ciclabili e pedonali in riva d’Arno, con un intervento di riqualificazione da 130mila euro. È quanto prevede la delibera presentata dall’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re, che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio.

Due bellissimi percorsi che vogliamo riqualificare e valorizzare – ha detto l’assessore Del Re – Siamo convinti che con questi interventi, l’itinerario all’interno del parco dell’Albereta sarà sempre più utilizzato e apprezzato dai cittadini non solo come luogo di svago ma anche come percorso alternativo alla ciclabile di via Villamagna, che collegandosi alla ciclabile di piazza Ravenna permetterà di raggiungere facilmente il centro della città. Sarà rinnovata e resa più sicura anche la ciclopista che porta al Girone, per poter percorrere tutto il tragitto in maggiore sicurezza e bellezza”.

Nel dettaglio, l’intervento sul percorso interno al parco dell’Albereta (lunghezza 1,5 km) prevede il rifacimento della pavimentazione in misto naturale di cava, in modo da garantire un percorso omogeneo, stabile e sicuro. Lungo il percorso saranno inoltre collocate 16 sedute rivestite in cotto, sette cestini portarifiuti e nuova segnaletica. L’intervento sul percorso che conduce alle Gualchiere del Girone prevede la completa sostituzione della balaustra in legno di circa 500 metri posta in prossimità del ciglio di sponda, in modo da garantire una maggiore solidità e sicurezza e di rinnovarne l’aspetto estetico deteriorato dagli agenti atmosferici. “All’interno dei progetti per promuovere il turismo lento e la delocalizzazione dei flussi turistici – ha concluso l’assessore Del Re – entrano a pieno titolo anche questi percorsi suggestivi in mezzo a una natura tutta da scoprire, anche per chi ci viene a trovare. Stiamo lavorando anche a un libretto e a una mappa per promuovere gli itinerari da percorrere in bicicletta attraverso tutto il nostro territorio”.

Fonte: www.comune.fi.it

Notizie dai ComuniCiclabili: Misano Adriatico – Il Consiglio Comunale Approva il PIANO URBANO MOBILITA’ SOSTENIBILE

Il consiglio comunale di Misano Adriatico (RN) ha approvato a maggioranza il suo PuMS. Si tratta di un Piano Urbano Mobilità Sostenibile che distingue la città per aver saputo, per ora unica in Provincia e fra le pochissime in Emilia-Romagna, dotarsi di uno strumento che programmerà la quota minima di interventi sul territorio per i prossimi anni, stabilendo ogni biennio un monitoraggio delle azioni svolte e dei risultati.

Il PuMS di Misano è stato elaborato anche grazie alla partecipazione al Progetto Europeo Mobilitas, che studia i sistemi della mobilità in diverse aree turistiche del Mediteranno.

Il Piano è giunto ad approvazione dopo un lavoro di oltre due anni, con la redazione di un quadro conoscitivo, di indagini che hanno misurato i flussi di traffico e delle modalità con cui si muovono oggi i misanesi.

COME SI MUOVONO I CITTADINI DI MISANO

Per spostamenti casa-scuola e casa-lavoro all’interno del comune si effettuano 2.600 spostamenti al giorno; se ne aggiungono 5.800 fra entrate e uscite rispetto ai confini comunali.

Sette misanesi su dieci si spostano con mezzi motorizzati dentro al comune, quasi la totalità (95%) per la mobilità verso altri comuni limitrofi. Marginale l’uso della bicicletta, circa il 6% degli spostamenti.

I principali flussi di traffico, analizzati sia d’estate che d’inverno, confermano la strada statale come il principale attrattore di traffico con 2.133 auto nella punta oraria del mattino in alta stagione, all’incrocio tra la SS16 e la SP50.

STIMOLARE L’USO DELLA BICICLETTA

Il Piano prevede l’incremento ulteriore delle piste ciclabili, oggi presenti per 16,8 km. Nel breve termine si realizzerà la cosiddetta “statalina” tra via Tavoleto e Via Ascoli Piceno a Riccione, la pista ciclabile a Scacciano, Nel Piano rientra l’appena inaugurata via Simoncelli.

Obiettivo primario è l’arrivo del Metromare, in transito fino a Cattolica, ma anche la costruzione di nuove rotatorie sulla SS16 (incrocio via Grotta e zona go-kart) per la messa in sicurezza degli attraversamenti, l’introduzione di “zone 30” (Zona centro, Misano Brasile, Villaggio Argentina, Belvedere, Santa Monica, Portoverde).

MENO KM IN MACCHINA!

Oggi vengono percorsi 473.415 vetture/KM al giorno, l’obiettivo è una diminuzione del 6,2%, ma ancor di più (-14,7%) sulla viabilità lungo la costa.

Lo scenario del Piano prefigura di incrementare la quota a favore delle biciclette del 35%, mentre con il Metromare si punta ad incrementare la quota del trasporto pubblico locale del 20%.

PICCIONI: PIU’ QUALITA’ DELL’ARIA, PIU’ QUALITA’ DELLA VITA PER CITTADINI E TURISTI

Questo quadro migliorativo – dichiara il Sindaco Fabrizio Piccioni – contribuisce a rendere Misano un luogo con un’alta qualità dell’aria e della vita, considerando che queste azioni si sposano con quanto abbiamo già fatto e continuiamo a fare in materia di energia sostenibile. Inoltre, più piste ciclabili, più ZTL e zone pedonali contribuiscono a diminuire gli incidenti ed aumentare la sicurezza di ciascuno di noi”.

Fonte: www.misano.org

Emilia Romagna: la Regione assegna alle associazioni FIAB 5 dei 7 progetti sulla mobilità ciclistica

Nella Regione che ospita il maggior numero di Comuni Ciclabili, 26 in tutto, FIAB continua il suo lavoro per far crescere la mobilità ciclistica e la cultura bike friendly. In un recente bando la Regione Emilia Romagna ha assegnato fondi a 7 associazioni che avevano candidato altrettanti progetti focalizzati su intermodalità e mobilità sostenibile. Cinque di queste realtà fanno parte della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta. «Alcuni progetti hanno puntato sulla comunicazione, altri sulla sensibilizzazione nelle scuole», ci ha raccontato Nevio Senni, il coordinatore regionale FIAB.

Il bando complessivo ha messo a disposizione 80mila euro spalmati tra quest’anno e il 2020. «I progetti sono tutti interessanti – ha spiegato Senni – per esempio FIAB Reggio Emilia ha in cantiere di realizzare un manuale per laboratori scolastici». I contributo regionale varia da un’iniziativa all’altra, anche in base ai costi previsti dalle varie associazioni. Si va dai 2mila agli oltre 18mila euro per progetti che riguardano anche l’intermodalità bici+treno e il cicloturismo.

A meno di due mesi dalle elezioni per il rinnovo della Giunta in Emilia Romagna abbiamo chiesto al coordinatore FIAB se la mobilità ciclistica è mai entrata nel dibattito politico tra i candidati. «Purtroppo non ho visto molta attività su questo fronte – ha commentato Senni – ma siamo comunque in un territorio attento a questi temi». L’auspicio è che quanto realizzato in questi anni venga valorizzato ancora di più con ulteriori investimenti nel cicloturismo e nella mobilità attiva e che il tema della mobilità ciclistica diventi un elemento di forza delle politiche per la mobilità della Regione».